Djokovic potrà giocare gli Internazionali di Roma

Djokovic potrà giocare gli Internazionali di Roma

Il nome di Novak Djokovic si prende ancora una volta le prime pagine dei quotidiani sportivi e non solo per questioni che non hanno nulla a che fare con il tennis. Dopo l’intervista rilasciata alla BBC qualche giorno fa, in cui motivava le ragioni della sua non vaccinazione, nelle scorse ore il tennista serbo, in procinto di partecipare all’ATP 500 di Dubai ha ricevuto una buona notizia per il suo imminente futuro.

Il sottosegretario allo Sport, Valentina Vezzali, presente in Senato per la presentazione di un libro, ha annunciato ufficialmente l’invito al numero uno del ranking atpa partecipare ai prossimi Internazionali di Roma previsti a partire dall’8 maggio al 16 dello stesso mese.

L’ex schermitrice ha sottolineato che nelle partite di singolo all’aperto non sia obbligatorio il green pass rafforzato, ottenibile solo con la vaccinazione o con la guarigione, e per questo Djokovic potrà regolarmente scendere in campo. Al riguardo, però, in linea con quanto previsto dalla norma vigente, il tennista dovrà rinunciare a tutto il resto, dove è necessario il Super Green Pass, vale a dire soggiornare negli alberghi o mangiare al ristorante. Ha infine aggiunto che per quel periodo la situazione potrebbe essere cambiata in base all’andamento della pandemia.

Parole che vanno in controtendenza con quanto dichiarato dal sottosegretario alla salute Andrea Costa che, diversamente, ha evidenziato che le regole debbano valere per tutti e che quindi Djokovic dovrà essere vaccinato per essere inserito nel tabellone del torneo capitolino.

Nel frattempo sui social è scoppiata la polemica sulla differenza di trattamento che hanno le persone “comuni” rispetto al campione del tennis, trovando questa situazione ingiusta.

C’è comunque da sottolineare che Djokovic, avendo sconfitto il Covid a dicembre, potrebbe giocare gli Internazionali con il super green pass da guarigione che dura sei mesi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *