ATP Dubai 500: Medvedev batte ancora Djokovic e si conferma sua bestia nera

ATP Dubai 500: Medvedev batte ancora Djokovic e si conferma sua bestia nera
Battuto dalle sue stesse armi: difesa, costanza, recuperi, e strategia. Medvedev stasera è sembrato sempre in controllo e ha lasciato a Novak Djokovic poche possibilità di farcela.

Il serbo per uscire dallo scambio estenuante del russo, è spesso ricorso al serv & volley sul suo servizio a uscire,  ma con alterne fortune.

La cavalcata di Novak Djokovic dall’inizio del 2023 si è interrotta  dopo 15 vittorie, con la sconfitta 6:4, 6:4 contro Daniil Medvedev nelle semifinali del torneo di Dubai. Il russo (12° al mondo, 3° classificato nel torneo) ha interrotto una striscia di quattro sconfitte contro “Nole”, iniziata dopo la vittoria su di lui nella finale degli US Open Championship nel 2021, che è costato a Djokovic il famoso “Grande Slam“.

Djokovic, che non perdeva una partita ufficiale dal 6 novembre contro Holger Röne, non è riuscito a eguagliare il 94esimo titolo in carriera di Ivan Lendl e dovrà aspettare almeno un altro anno per finire come campione del torneo di Dubai per la sesta volta.

Medvedev ha ottenuto due break consecutivi prima di portarsi sul 2:5 nel primo set, e anche se non ha tenuto il servizio per una volta, ha successuvamente preso il comando della partita. Subito nel primo game del secondo set il russo ha ottenuto un altro break, che ha mantenuto fino alla fine per uscire con la sua 13esima vittoria di fila. Un’altra vittoria domani garantirà a Medvedev il terzo titolo consecutivo, dopo aver vinto il mese scorso a Rotterdam e Doha.

In precedenza, Andrei Rublev ha ottenuto il primo biglietto per la finale, quindi due giocatori russi si incontreranno nella lotta per il titolo arabico. Rublev (6° al mondo, 2° nel torneo) è riuscito a sconfiggere per la prima volta in carriera, dopo sei sconfitte, il tedesco Sasha Zverev (16° al mondo, 7° a Dubai).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *