Il Tottenham stende il Manchester City e fa un favore ai cugini dell’Arsenal

Il Tottenham stende il Manchester City e fa un favore ai cugini dell’Arsenal

Questa domenica, nell’ambito della 22esima giornata di Premier League, il Tottenham ha battuto in casa il Manchester City (1-0). I citizens, che restano secondi, perdono però l’occasione di risalire a due punti dall’Arsenal, che ha perso sabato in casa dell’Everton (0-1).

È un’occasione persa, di cui i Citizens potrebbero pentirsi a lungo. Mentre l’Arsenal, capolista della Premier League, ha perso sabato con sorpresa di tutti contro l’Everton (0-1), il Manchester City,  secondo classificato, ha avuto l’opportunità questa domenica di accorciare a due punti dietro i Gunners, in caso di successo al Tottenham, come parte della 22a giornata del campionato inglese.

Ma gli Sky Blues hanno perso contro gli Spurs e quindi rimangono alla fine di questo incontro a cinque unità dai rivali londinesi, mentre gli avversari consolidano il quinto posto, ora a un punto dal Newcastle. C’è una logica in questo risultato, in quanto il Tottenham, nel suo solito stile cauto, molto concentrato sui contropiedi, ha dato l’impressione di fornire una prestazione complessiva gagliarda, mentre i giocatori di Pep Guardiola sembravano perdere punti di riferimento, non mettendo mai in pratica il solito gioco spumeggiante e tambureggiante.

Ma la differenza tra le due squadre potrebbe essere stata a livello della posizione di primo attaccante. Perché Erling Haaland, attuale capocannoniere della Premier League (con 25 reti), è stato praticamente annullato (non ha tirato in porta), mentre Harry Kane, che lo segue in classifica (16 reti prima questa partita) si è rivelato impressionante, per la qualità dei suoi movimenti, la precisione delle sue aperture e la sua precisione sotto porta.

Lloris fa la storia del Tottenham

Così, il capitano della squadra inglese ha segnato l’unico gol della partita con un cross dalla destra, all’ingresso dell’area, ben servito da Pierre-Emile Hojbjerg (1-0, 15°). Quest’ultimo aveva approfittato di un brutto rilancio di Rodri, ben pressato da Rodrigo Bentancur. Questa azione ricorda stranamente l’apertura degli Spurs nella partita precedente contro il City, persa (2-4) all’Etihad , quando Dejan Kulusevski è riuscito a battere a rete su un errore di Ederson.

Il Manchester City si è svegliato dal momento in cui Kevin de Bruyne è entrato in gioco al posto di Riyad Mahrez (59esimo). Merito della visione di gioco del belga, e dei falli causati dal veloce Jack Grealish (che ha portato in particolare all’espulsione di Cristian Romero all’87’). Nonostante un innegabile predominio territoriale alla fine della partita, il City alla fine ha raramente messo in pericolo Hugo Lloris. Alla fine, l’eroe dell’incontro è stato proprio Harry Kane, autore questa domenica del suo 200esimo gol in Premier League (è il terzo miglior marcatore di tutti i tempi) e soprannominato 267esimo gol con il Tottenham, battendo così un vecchio record detenuto da leggenda Jimmy Greaves.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *