Ancelotti: In Spagna sono tutti contro Vinicius e non si capisce il motivo

Ancelotti: In Spagna sono tutti contro Vinicius e non si capisce il motivo

Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, è intervenuto in conferenza stampa nelle ore precedenti la semifinale del Mondiale per club tra il Real e l’Al-Ahly (mercoledì alle 20) in Marocco. La squadra partirà oggi pomeriggio per il Paese nordafricano, dove in caso di qualificazione alla finale resterà fino a domenica, visto che la partita per il titolo si giocherà sabato alle 20:00.

Carletto ha recuperato la sua faccia più seria per parlare di quanto sta accadendo intorno a Vinicius.

“La domanda che mi pongo è questa: da cosa devono difendersi Vinicius o i suoi compagni? Qui sembra che il problema sia vinicius e non è così. È un problema del calcio spagnolo e va risolto . Vinicio è vittima di qualcosa che non capisco.

Successivamente, l’italiano ha parlato del momento difficile del gioco che sta vivendo Madrid dal ritorno dei Mondiali:

“Le richieste sono molto alte e dobbiamo valutare cosa sta succedendo. Continuo a pensare che la squadra stia crescendo e che siamo arrivati ​​in buona condizione. All’interno della squadra siamo fiduciosi che faremo bene in questa stagione”.

Mondiale per club

Riguardo agli infortunati per il Mondiale per club, ha sottolineato che “Courtois, Militao e Benzema sono nella lista perché crediamo possano recuperare per sabato, ma sono rimasti a Madrid per recuperare. Se arriviamo in finale e loro stanno bene, possono venire giovedì”. Il tecnico ha parlato del loro rivale, Al-Ahly, di cui ha dichiarato: “È una squadra che ha molta storia e ha giocato molte volte questa competizione. È una squadra organizzata e vuole fare bene. Sarà una partita difficile”.

E infine ha parlato di cosa significhi giocare il Mondiale per club in Marocco: “Siamo felicissimi di giocare qui e spero che vada tutto bene. In Marocco, come in molti altri posti, abbiamo molti fan e questo ci rende molto entusiasti. Il Mondiale è ben organizzato, anche il Paese ci ha dimostrato tutto il suo amore. Le strutture sono buone, l’erba è buona, c’è bel tempo… Saremo qui per una settimana e speriamo di poter tornare con il titolo”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *